Il Coro “Raimondo Montecuccoli”, diretto da Massimo Orlandini e Alberto Ambram, fondatore e anima del gruppo, è uno dei più anziani della Provincia di Modena.

Nato nel 1963, prende il nome del grande Generale Pavullese Raimondo Montecuccoli.

Il sodalizio ha scelto, fin dall’inizio, di esplorare tutte le forme di canto corale, spaziando dalla ricerca della tradizione locale ai canti di montagna, sino ad acquisire una propria personalità legata alle composizioni dei coristi Pier Giorgio Bonezzi e Massimo Orlandini ed all’arrangiamento di brani di altri autori contemporanei, fra cui il grande amico Fausto Carpani.

Tutto ciò fa parte di un nuovo filone musicale che si può definire “epico” in quanto legato ad avvenimenti storici che spaziano ben oltre i confini regionali.

Il Coro è organizzatore dal 1982 del Festival Internazionale del Folklore e si è esibito in tournée in Inghilterra, Romania, Germania ed Israele insieme al gruppo di danza tradizionale fondato dal Maestro Alberto Ambram: in tali occasioni il Coro ha collaborato con gruppi vocali, ensemble strumentali e gruppi di ballo fra i più prestigiosi d'Europa.

Dal 1990 organizza, in ricordo di Paolo Giacobazzi, grande basso e per moltissimi anni presidente del Coro, il Memorial “Maestro Paolo Giacobazzi. Dalla decima edizione del Memorial, che per la prima volta ha assunto carattere itinerante in vari comuni sia della Provincia di Modena che di altre Province della Regione Emilia-Romagna, si è sperimentata una nuova formula che ha abbinato musica e poesia grazie alla collaborazione dell’attrice Franca Lovino.

Nel 2000 il Coro ha partecipato al prestigioso Concorso di Cori liturgici indetto dalla Banca Popolare dell'Emilia Romagna, qualificandosi per la finale tenutasi nella Chiesa di Santa Maria dei Servi a Bologna.

Nel 2003 il Coro ha avuto l'onore di ricevere a Pavullo il Coro della SAT, con il quale ha tenuto un concerto nella Chiesa di San Bartolomeo di Pavullo nell'ambito del Memorial "Paolo Giacobazzi".

Nell'ottobre del 2005, insieme ad una rappresentanza del Comune, del Lions Club, dell'Accademia dello Scoltenna e ad un nutrito numero di cittadini pavullesi, il Coro si è recato a Vienna per rendere omaggio al generale imperiale che salvò l'Europa dall'invasione ottomana, Raimondo Montecuccoli. Il Coro ha eseguito il brano "Montecuccoli" sulla tomba del condottiero collocata in una delle cappelle laterali della Chiesa dei Nove Cori Angelici di Vienna. Sulla strada per la capitale austriaca, il Coro "Raimondo Montecuccoli" insieme al Sindaco e ai rappresentanti delle associazioni, si è fermato a Redipuglia per ricordare le migliaia di caduti nel primo conflitto mondiale: nel suggestivo e commovente silenzio del luogo, il coro ha eseguito "Il Signore delle cime" e l'Inno Nazionale italiano.

Dal 2005 il Coro è organizzatore, insieme alla Comunità Montana del Frignano, di una serie di concerti volti alla riscoperta delle "dimore sacre", cioè di quell'immenso patrimonio di pievi ed oratori di cui è ricco il Frignano.

Nell’agosto del 2007 il Coro "Raimondo Montecuccoli" ha ospitato nella chiesa parrocchiale di Pavullo uno dei cori più acclamati al mondo, i Philippine Madrigal Singers, in occasione del suo tour europeo.

Il 17° Memorial "Paolo Giacobazzi" è stato inaugurato con un concerto nella Chiesa di S. Faustino a Modena in collaborazione con il Coro Folk S. Lazzaro e con la partecipazione straordinaria del Coro della SAT.

Nell’agosto del 2009, in occasione delle celebrazioni del 400° anniversario della nascita di Raimondo Montecuccoli, il Coro si è recato, insieme ai maggiori rappresentanti del Comune di Pavullo e a una delegazione di cittadini pavullesi, nel paese di Szengotthard (Ungheria), dove avvenne la famosa battaglia in cui Raimondo Montecuccoli fermò l’avanzata dei Turchi. Le esibizioni del Coro hanno fatto da sottofondo alle celebrazioni in costumi d’epoca e alla firma di un patto d’amicizia fra il Comune di Pavullo e quello di Szengotthard. Il momento più suggestivo è stata la visita alla grande croce costruita a ricordo della battaglia su una collina vicina, nel Comune di Mogersdorf (Austria), dove il Coro ha eseguito il brano “Montecuccoli”.

Il 19 dicembre 2011 il Coro si è esibito, insieme ad altri dieci cori provenienti da diverse regioni italiane, all’interno della Camera dei Deputati di Palazzo Montecitorio in occasione del Concerto di Natale della Coralità di Montagna. L’evento è stato trasmesso in diretta sul canale della Camera dei Deputati e in differita il 25 dicembre su RaiTre.

Discografia:

1964: 33 giri intitolato "Partivan per Milano" inciso per Il Resto del Carlino.

1968: due 45 giri di cui il primo contenente i brani "Ta Pum" e “Gran Dio del Cielo” e il secondo "È partita una nave" e “La pastora”, incisi presso gli studi dell'Antoniano di Bologna.

1978: LP intitolato "Pastorali della Capinera", con la collaborazione di Gianni Malatesta.

1980: "Natale fra i monti", incisione su musicassetta. Edizioni Paoline.

1989: "...Finalmente!", incisione su musicassetta. Edizioni Alabianca.

2000: "Montecuccoli", incisione su CD e musicassetta. Edizioni Alabianca.

2005: "Nel freddo dell'Inverno", incisione su CD e musicassetta. Edizioni Alabianca. 

2013: “Trapassato Futuro”, incisione su CD. Edizioni Alabianca.